Salotto dell'arte — «L’alfabeto colorato in cui ho intinto i pennelli». Così il pittore ebreo Marc Chagall definisce il suo particolare rapporto con la Scrittura, fonte di ispirazione non solo per poeti, musicisti, autori di teatro e di cinema, ma soprattutto per gli artisti. In questo salotto racconteremo la storia degli uomini e di Dio attraverso gli occhi dei pittori e degli scultori, più o meno noti, perché gli artisti possono essere considerati esegeti della Scrittura, uomini che hanno ripresentato attraverso forme e colori la Parola e la riflessione che nei secoli essa ha prodotto.

Alessandro Cavo 1 2 2021

Dio abita il mondo

#4

Con il dipinto "Adorazione nella foresta" di Filippo Lippi, si entra in uno degli aspetti centrali della religione cristiana: l'incarnazione. Dio abita il mondo.

Alessandro Cavo 20 12 2020

Abitare in esilio 2

#3

Abitare in esilio. Il Salmo 137 nell'arte ebraica e cristiana

Alessandro Cavo 25 10 2020

Abitare in esilio

#2

Alessandro Cavo 04 10 2020

Abitare in Eden

#1

In questa puntata entriamo nel dipinto "Adamo ed Eva nel Giardino di Eden" di Jan Brueghel il Vecchio (1615), un parco safari in cui i due progenitori compaiono solo sullo sfondo.

Alessandro Cavo
Alessandro Cavo — Laureato in storia dell’arte all’Università di Torino e in teologia allo STI di Fossano, è docente di Religione cattolica nelle scuole statali, di Arte e Teologia presso lo STI di Fossano e di Musicologia liturgica presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Ama studiare il rapporto fra arti figurative e teologia, convinto che le immagini possano essere un buon mezzo per parlare di Dio. È diplomato in organo e ha una passione sfrenata per la musica di Bach, oltre che per la cucina della Val Varaita.
Alessandro Cavo
Alessandro Cavo — Laureato in storia dell’arte all’Università di Torino e in teologia allo STI di Fossano, è docente di Religione cattolica nelle scuole statali, di Arte e Teologia presso lo STI di Fossano e di Musicologia liturgica presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Ama studiare il rapporto fra arti figurative e teologia, convinto che le immagini possano essere un buon mezzo per parlare di Dio. È diplomato in organo e ha una passione sfrenata per la musica di Bach, oltre che per la cucina della Val Varaita.